L’ARMADIO DI FAMIGLIA

di Nicola Zavagli

con Beatrice Visibelli, Marco Natalucci,

Giovanni Esposito

e con Marco Cappuccini, Caterina Carpinella,

Marco Laudati, Chiara Martignoni, Valentina Testoni

canzoni originali Chiara Riondino

regia Nicola Zavagli

produzione Teatri d’Imbarco

Autunno del ’43. Un armadio cela il nascondiglio della speranza che servirà per sfuggire alle persecuzioni razziali e guadagnarsi la salvezza. Sullo sfondo di una guerra che travolge tutto con inaudita ferocia, una cronaca famigliare che si tinge di giallo, una corsa contro il tempo che lascia col fiato sospeso, un finale a sorpresa. Un piccolo palpitante affresco di uno dei momenti cruciali della nostra Storia, che scivola lungo il filo delle emozioni, attraverso i tratti della drammaturgia popolare, a volte tragica, a volte allegra.

Genesi ed estinzione dell’umana specie trovano, in L’armadio di famiglia, due inconfondibili cardini, due scene-madri misteriosamente legate tra loro: il materializzarsi provvido e al calor bianco di un parto che ha luogo hic et nunc senza veli, e il trapasso osceno e crudelissimo di un antifascista torturato a morte. Fra questi due poli c’è il lavoro neo-neorealista, il lievitare delle emozioni, il conflitto dei valori, la discordia funesta, l’assurdo di un fato eterno tra Caino e Abele.
Rodolfo di Giammarco

Spettacoli stagione 2012-2013