Teatro della Cometa

La Storia

DALL'INAUGURAZIONE NEL 1958 ALL'INCENDIO DEL 1969

Fortemente voluto da Anna Laetitia Pecci Blunt, inaugurato nel 1958 e definito da Antonio Munoz "Gioello d'arte alle pendici del Campidoglio", il Teatro della Cometaáconobbe subito una meritata fama.

Vale senz'altro la pena di ripercorrere assieme la storia di questo "gioello d'arte" nel cuore della Capitale.

Il palazzetto fu acquistato nel 1938 da Carlo Cecilio Pecci Blunt. I primi lavori di demolizione, scavo e ricostruzione della struttura in cemento armato, vennero completati nel 1939.

A distanza di anni, e precisamente nel 1956, Carlo Cecilio Pecci Blunt commissionò una variazione strutturale importante, a seguito della quale il Teatro venne completato dagli architetti Tommaso Buzzi e Virgilio Marchi. 

L'inaugurazione del Teatro della Cometa, datata 20 novembre 1958, vide in scena I capricci di Marianna, due atti di Alfred de Musset, messinscena di Luciano Mondolfo, scene di Giulio Coltellacci, con Rino Romano, Monica Vitti, Antonio Pierfederici, Antonio Battistella, Franco Giacobini, Gianrico Tedeschi, Maria Luisa Zeri, Elena da Venezia, Mario Pucci, Pino Jacovelli.

Per dieci anni l'attività fu ininterrotta, ospitando prime teatrali di autori "difficili", quali Jonesco, Beckett, Kopit, ospiti di grande prestigio in serate di "one man show" (John Gielgud, Jean Louis Barrault, Madeleine Renaud), famosi concertisti (Arturo Benedetti Michelangeli, Nikita Magaloff), recital di cantanti (Milly, Gisela May, Charles Trenet), opere da camera del repertorio italiano. Dagli album fotografici di Anna Laetitia Pecci Blunt è stato possibile risalire con precisione ad alcune significative rappresentazioni:

  • La lezione / Jonesco
    17/01/1959, regia Luciano Mondolfo, scene Virgilio Marchi
  • Le trame deluse/Cimarosa
    12/03/1959
  • Tre opere brevi (Bach, Negri, De Falla)
    21/03/1959, scene di Pier Luigi Pizzi
  • Concerto Ravel Debussy
    28/10/1959, Arturo Benedetti Michelangeli
  • Pierino e il lupo / Prokofiev
    5/11/1959, violino Severino Gazzelloni
  • Histoire du soldat / Ramuz-Stravinsky
    regia di Giorgio Strehler
  • Estate e fumo / Tennessee Williams
    20/11/1959, regia Virginio Puecher
  • Orfeo/Monteverdi
    12/05/1960, regia di Franco Zeffirelli 

Nel 1969 un corto circuito provocò il famigerato incendio che distrusse interamente il teatro.

DAL 1986 AD OGGI

Ben 17 anni dopo l'incendio, d'intesa con Viviana Pecci Blunt figlia della scomparsa Laetitia, l'Ing. Giorgio Barattoloáha ridato vita aláTeatro della Cometa con la collaborazione dell'architetto Alberto Filippi.

La seconda vita del Teatro della Cometa inizia dunque nel 1986: le prime a calcarne le scene furono Maria Rosaria Omaggio e Valeria D'Obici dirette da Luigi Magni nella sua La santa sulla scopa, con musiche di Bruno Lauzi.

Da allora, l'attività artistica del teatro prosegue senza interruzioni, di stagione in stagione, sotto la guida dell'Ing. Barattolo.

Giorgio Barattolo Ŕ il nipote diáGiuseppe Barattolo, il famoso produttore cinematografico del primo ventennio del secolo, fondatore della Caesar Film, scopritore di Francesca Bertini e protagonista del periodo aureo del cinema muto italiano.

 foto di Cristiano Corsini e Christian Gobbi

Teatro della Cometa

Via del Teatro Marcello, 4
00186 Roma (RM)

 INFORMAZIONI

Orari Botteghino

Dal martedì al sabato ore 10:00 - 19:00, domenica 13:30 - 16:00

 06.6784380

Newsletter Cometa

Iscriviti per ricevere news su programmazione e iniziative promozionali del Teatro della Cometa


Segui la Cometa!